UN NUOVO PROGETTO IN CROWDFUNDING (ora tocca a voi!)

Cari amiche e amici,
in questi giorni ho presentato sulla rete il mio nuovo progetto, Storifilìa. Non so se sia l’erede o l’usurpatore di From Orlando ma sarà sicuramente il mio nuovo despota (CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’)

Niente viaggi questa volta ma storie, quelle sì. Le storie che in un modo o nell’altro ho “maneggiato” per anni sulla scena, nella scrittura teatrale, e a partire da quel potentissimo viaggio verso Santiago – le piccole e grandi storie che hanno dato vita a questo blog, al disco con Duemanosinistra, allo spettacolo teatrale e al libro pubblicato lo scorso anno.
Veniamo però al futuro: Storifilìa – il mio prossimo disco – sarà interamente dedicato alla narrazione. Ma questa volta le storie non saranno quelle “incontrate” per strada, lungo un territorio e un’esperienza extra-ordinari. Saranno storie intorno al nostro tempo, il Presente. Un tempo sempre più difficile da raccontare (figuriamoci da cantare). Ma la sfida è proprio quella di ridare alla canzone questa responsabilità: tratteggiare un’immagine del nostro tempo, attraverso piccole storie che sono canzoni. Storie vere, o solo ispirate a quelle vere. Tanti pezzi di centinaia di storie reali che il cantautore sa raccogliere e ricomporre nel microcosmo di una canzone. Dentro ci troverete il surriscaldamento globale, la crioconservazione, la decrescita più o meno felice, etc., e delle piccole storie esemplari calate in essi. E poichè penso che la vera essenza di From Orlando to Santiago sia stata la sua forza narrativa e le vicende umane là raccontate, c’è in fondo una sottile coerenza tra il vecchio e il nuovo progetto.

Ma non è l’unico punto in comune. In quel lontano 2012 (!), si iniziava a parlare di crowdfunding : andava forte negli States e nei paesi anglofoni. Qui nel belpaese non v’era l’ombra di tutto ciò. E dunque pensammo bene di provarci noi. Fu un’avventura nell’avventura: il crowdfunding si svolse in assoluta concomitanza con il mio Cammino di Compostela, in una specie di “viaggio aumentato”. A dir poco ansiogena come esperienza, per me che dovevo viverla e renderla viva ai naviganti della rete. Eppure funzionò.  Funzionò nonostante si fosse tra Luglio e Agosto – il periodo più sbagliato per cercare di catalizzare l’attenzione. Mi sono spesso chiesto il perchè di quel successo. Forse per il fascino pionieristico che dovette esercitare all’esterno tutta l’esperienza di From Orlando to Santiago. Ma la risposta che mi sono dato è che, in ogni caso, quell’avventura non riguardava solo me. Partiva da un’esigenza individuale per scavalcare di molto l’orizzonte privato e abbracciare una moltitudine d’inquietudini, di domande e di risposte, di crisi e di rinascite.
Anche per Storifilìa credo fortemente in questo. Credo nella necessità di condividere storie. Credo nel potere delle storie di costituire piccole tessere nel mosaico intricato del reale. Credo, come ci hanno creduto sempre gli antichi, che non (solo) le nozioni, le conoscenze, le tecniche ma anche le storie siano mappe per il Grande Mondo. Solo che si chiamano “mappe sentimentali”.
Insomma, siamo ai blocchi di partenza di un nuovo crowdfundingdi Storifilìa  sulla piattaforma Musicraiser, che si concluderà a fine Novembre (e poi, subito a registrare il disco). Partecipate cliccando qui: le ricompense sono tante, fantasiose e bellissime. Partecipate o fate partecipare, perchè tutti abbiamo bisogno di storie. 

 

 

 

Ospite nella cucina letteraria di Chef Book

“Tra tutti i libri sul Cammino di Santiago, questo è il più originale che mi è capitato”.
E’ stato molto emozionante sentirlo dire da Federico Audisio di Somma, nel corso di Chef Book, l’unica trasmissione interamente dedicata ai libri (onore a te, di Somma). Sia come sia, ci avviciniamo al Natale, e se c’è un regalo che toglie dall’impiccio è questo: libro, viaggio e disco, in un colpo solo.
Potete acquistarlo scrivendomi in privato a: telefonocasa@orlandomanfredi.com
oppure ai links qui sotto. Buone feste!

AMAZON

FUSTA EDITORE

Il cantautore va a Santiago LIVE BOOK (feat. Franco Olivero)

 

Certe cose vanno festeggiate, al di là del tran tran quotidiano. Mi sembra giusto farlo per questa collaborazione con il maestro polistrumentista Franco Olivero. L’abbiamo vista nascere diversi mesi fa, ai microfoni di Radio Beckwith, in occasione della pubblicazione del mio libro Il cantautore va a Santiago. L’idea fu quella di tentare un esperimento di reading con le musiche dal vivo di Franco e qualche canzone suonata insieme.  Ne venne fuori una specie di radio-libro e la cosa ci piacque molto. Ed ora eccoci qui: per le presentazioni autunnali del libro ho pensato ad un “reading-concerto a due voci”: la mia  e quella dei flauti, dei saxofoni e dei campionamenti live di Franco Olivero. Insomma,  una “finestra performativa sul libro”, un’immersione di tutti i sensi tra le righe del testo, in cui parola, musica, “paesaggi sonori” e canzoni camminano insieme fino a Santiago.
Siamo felici d’invitarvi a Il Cantautore va a Santiago LIVE BOOK (clicca sull’evento),  proprio nella città del maestro. Vi apettiamo.

 

Despacito, alla libreria Bodoni.

“Quando ho letto che la canzone Despacito è stata vietata in Malesia, ho pensato di prendere la residenza a casa di Tremal-Naik”.
Pochi sanno piazzarti un incipit di tale irresistibile eleganza. Uno dei pochi è Maurizio Blatto, giornalista-scrittore e gourmet di vinili del leggendario Backdoor Dischi e Cd. Con lui avrò il piacere di presentare ancora una volta Il cantautore va a Santiago nella mia Torino (poi ci saranno un paio di sorprese di fine stagione per chiudere al meglio la promozione di questo libro “monstre” che mi ha dato le sue piccole soddisfazioni).
La data in oggetto – 26/09 – mi manda già in fibrillazione: è, di per sé, una specie di celebrazione dell’Autunno, come una vendemmia. Non so se si berrà altrettanto, ma di certo sarà altrettanto “partecipata”. Preparatevi ad ascoltare parole in libertà, parole lette, parole cantate (quelle delle canzoni nate ai bordi della strada per Santiago e quelle delle playwish al fondo di ogni capitolo del libro) e a farvi “tirare in ballo” dalle parole magiche di quella Spoon River dei viventi che è il Cammino: sarete #lastrada #crisi #vocazione #desiderio #deserto o che altro?

Vi aspettiamo
Martedì 26 Settembre, h.18.30 @ Libreria Bodoni / Spazio B, via Carlo Alberto 41, Torino. Partecipa all’evento Facebook!

 

 

 

 

Evento fb:

 

Che si dice de “Il cantautore” (recensioni di un libro indipendente).

 

Cari amiche e amici,
le recensioni de “Il cantautore va a Santiago!” fino a qui, tra carta stampata e web, sono state numerabili ma straordinarie. E di questo ringrazio davvero gli addetti ai lavori che si sono lasciati incuriosire e poi conquistare da un “piccolo titolo” e da un piccolo editore. Naturalmente spero che di recensioni ne arrivino ancora, ma intanto potete trovarne qui una selezione.


“Sembra di sentirli echeggiare, quei passi. Pare di vederli, i campi di girasole e grano in Rioja o la distesa di papaveri attraversata con la fanciulla olandese. Ogni tappa, ogni chiesa [...]” (Barbara Santi, Rumore).
RECENSIONE INTEGRALE RUMORE

“Il racconto del viaggio, ironico e profondo allo stesso tempo, è un piccolo gioiello da incastonare tra i numerosi racconti del Cammino” (Il corriere di Saluzzo).
RECE INTEGRALE CORRIERE SALUZZO

Orlando sa che camminare significa attraversare silenziosi tragedie, speranze, sogni di tutti coloro che per sbaglio incontriamo sulla nostra strada. Ironico e filosofico, con Manfredi si ride tanto, anche quando “il discorso si fa serio”, e si guarda alla sacralità e ai suoi risvolti con occhi disincantati ma privi di pregiudizio o scetticismo materialista”  (Leonardo Caffo, L’Indice dei Libri del Mese).
RECE INTEGRALE INDICE DEI LIBRI DEL MESE

Con uno stile che sa essere poetico e scanzonato, analitico e leggero, Orlando ci racconta il suo viaggio, la sua storia, che senza che ce ne rendiamo conto diventa nostra. Ci mostra che la nostra piccolezza si può conciliare con i nostri desideri, smisurati, che camminare può salvare la vita, che la musica non serve solo a ballare ma continua ad essere uno dei più grandi strumenti per raccontare” (Dario Boemia, Viaggio nello scriptorium).
RECE INTEGRALE VIAGGIO NELLO SCRIPTORIUM

E se ancora non siete riusciti a trovare il libro o a vedere una performance di presentazione, potrete rifarvi con l’Autunno!
Martedi 26 Settembre @ Libreria Bodoni / Spazio B, h.18.30. Per l’occasione, ospite speciale Maurizio Blatto, fuoriclasse del giornalismo musicale (Rumore) e scrittore.

Qui l’evento Facebook!