Nuove canzoni

www.orlandomanfredi.com. Una mappa per orientarsi.

C’è una novità!
Il mio nuovo sito.

D’ora in poi, passando di qui, da questo “cammino” così importante per il sottoscritto, potrete deviare su tutti gli altri cammini: quelli passati, quelli presenti e quelli futuri.  Tutto su un sito web che porta il mio nome. Oltre a From Orlando to Santiago e agli ultimi sviluppi del progetto, troverete i concerti e gli altri spettacoli in produzione, lo store dove acquistare cd e merchandise , i progetti futuri e qualcosa su di me.
Fatevi una passeggiata e, se vi va, ditemi che ne pensate.

Che cosa spinge un cantautore a compiere un viaggio a piedi lungo 800 kilometri e 40 giorni che mette a dura prova fisico e spirito? Il viaggio di cui parliamo è il Cammino di Santiago di Compostela, il percorso che i pellegrini fin dal Medioevo intraprendono, attraverso Francia e Spagna, per giungere all’ipotetica tomba di San Giacomo. Un Cammino che Orlando ha realmente percorso, a piedi, nell’anno più funesto della Crisi Globale (2012) al motto di “sconfiggere la Crisi Globale con le canzoni”.

Orlando Manfredi, cantautore, attore e scrittore torinese è entrato nel panorama della musica indipendente italiana nel 2011 con l’intenso “Duemanosinistra: Intimo Rock” (Mexicat/Audioglobe/i-Tunes), prodotto da Max Viale (Gatto Ciliegia vs il Grande Freddo), che si è meritato ottime recensioni e aperture di concerti di Afterhours, Perturbazione, Angelo Branduardi, Paolo Benvegnù, Peppe Voltarelli, Marco Parente.

La produzione artistica di from Orlando to Santiago è affidata a Gigi Giancursi (ex Perturbazione) e Gianni Condina (Subsonica, Assalti frontali, LnRipley), con importanti artisti della scena nazionale a impreziosire l’album: i Fratelli Mancuso, Matteo De Simone (Nadàr Solo), Fabrizio Cammarata, Elena Diana (ex Perturbazione).
Duemanosinistra la backing band con Elvis D’Elia (batteria, percussioni) Stefano Micari (basso), Andrea Pagliardi (samples, tastiere, glockenspiel).

L’impresa del pellegrino, che si mette in cammino in totale nudità ha preso corpo in solitudine con uno zaino, una chitarra da viaggio (minuscola per necessità), un tablet per la scrittura ed è diventata un disco, uno spettacolo concerto teatrale e un libro (di prossima pubblicazione), tra l’ispirazione dei chilometri e degli incontri occorsi.

Le tredici canzoni di from Orlando to Santiago raccontano i passi, protagonisti di questo progetto, e le loro verità: le ragioni di chi cerca, interroga, scappa, prega, in un mantra d’impronte e di “cose essenziali”.
Un percorso dove anche la natura ha un ruolo. I suoni d’ambiente sono stati registrati direttamente da Orlando durante il Cammino: i passi sono i suoi, i grilli sono quelli che udiva lungo le campagne, i fili dell’alta tensione sono quelli che friggevano sulla sua testa.

Fra i primissimi dischi totalmente indipendenti ad essere finanziato tramite crowdfunding – attraverso la piattaforma Verkami – from Orlando to Santiago ha spianato le potenzialità 3.0. della rete e del crowdfunding, portando gli spettatori accanto al protagonista in tempo reale, nel corso del viaggio.

 

Al via la fase D (come Disco)

Dalla culla del progetto fino ad oggi, ci son state densissime cose: incontri, conoscenze, telefonate, notti insonni, letture, preparazioni, mali ai piedi, chilometri, sbattimenti, levate d’ingegno e cantonate, opere d’azione e di scaramanzia, fino alla posa del primo passo sul Cammino di Santiago, e del passo seguente, e di quello dopo ancora, uno via l’altro.
E lì altri incontri (troppi da raccontare ma lo farò, prima o poi…), mali ai piedi, chilometri e chilometri, pasti voraci, seti bestiali, ore rubate al sonno, buttando dentro parole e note e corde e accordi e diari e canzoni, che fossero buoni per me e per tutti.

Tutto per re-imparare a Camminare (di metafora in metafora)), con la convinzione che il tema non fosse solo personale ma, piuttosto, epocale.

Così, dopo l’anteprima dello spettacolo “fromOrlandotoSantiago” per TorinoSpiritualità, siamo a un altro snodo importante del progetto. Quello più musicale e discografico.
Abbiamo raccolto canzoni, musiche, suoni d’ambiente, parole destinate a galleggiare su paesaggi sonori. Ora io e i miei compari (Andrea “Pacia” Pagliardi, Elvis D’Elìa, Stefano Micari) iniziamo ufficialmente a lavorare per il nuovo disco di duemanosinistra.
Ha inizio la preproduzione, maestri di cerimonia Gigi Giancursi (Perturbazione) e Gianni Condina a condividere con noi la produzione artistica.

A tutti coloro che stanno seguendo il progetto e a quanti hanno partecipato alla campagna di crowdfunding, diciamo “al tempo, pellegrini!”, stiamo iniziando a porre le basi per i vostri downloads!
Anche adesso vorremmo sentirci dire: “buen camino!” (e se il disco si chiamasse così?!…)